Header

Monte Generoso ha un conducente di tutto rispetto!

Text

Marlies Seifert

Published

21.06.2022

Lorenz Brügger am Steuer der Monte-Generoso-Bahn.

Il direttore Lorenz Brügger è alla guida della ferrovia di montagna, ma non solo in senso figurato: presto infatti dovrà affrontare l'esame di macchinista e noi lo abbiamo accompagnato durante un viaggio di prova.

Tuu-tuuu! Il treno del Monte Generoso fischia a ogni ingresso in galleria. Rallentando la sua marcia, l'unico treno a cremagliera del Ticino attraversa la montagna alla moderata velocità di 18 km/h. «La discesa mi piace ancora di più», racconta con piglio malizioso il direttore Lorenz Brügger. «Dato il suo peso di 32,5 tonnellate, bisogna avere un controllo preciso sui freni. Ma con il tempo si acquista dimestichezza» aggiunge. Al posto di guida, e con un grande sorriso sul volto, aziona leve e pulsanti. Il sogno di un bambino che diventa realtà? «Niente affatto! È grazie al mio lavoro che mi è venuta voglia di formarmi come macchinista», sostiene il 54enne.  

Un'idea brillante: lo scambio di mansioni 

Da quattro anni è responsabile del progetto Ferrovia del Monte Generoso, finanziato dal Percento culturale Migros. «Per migliorare la comunicazione e il confronto, ho lanciato l'iniziativa dello scambio di mansioni: tutti i membri del gruppo dirigente lavorano un giorno all'anno in un altro settore dell'azienda». La responsabile marketing aiuta i collaboratori del reparto assistenza, il tecnico fa le pulizie al campeggio e il capo cuoco sta alla scrivania invece che al fornello. Per comprendere meglio le esigenze del personale conducente, il direttore ha fatto un ulteriore passo avanti e si è iscritto senza esitazione al corso di formazione per macchinisti. «Ho pensato che in questo modo sarei riuscito a interfacciarmi meglio con il team.»  

Portrait Lorenz Brügger

Lorenz Brügger nel treno del Monte Generoso.

Più vicino ai clienti e al personale 

Brügger ha già superato l'esame teorico in primavera, ma ora è il momento di fare pratica. Ciò significa far uscire il treno dal deposito ogni giorno alle sei e mezza, controllare i freni, le porte e i binari. «Durante la notte si verificano regolarmente piccole cadute di massi», spiega Brügger. A volte è necessario rimuovere un masso dal binario per preparare la linea al passaggio del treno. Brügger accompagna il personale del centro escursioni ed eventi «Fiore di pietra» sul Monte Generoso. E se ha una riunione di lavoro su in cima a mezzogiorno, raggiunge la destinazione alla guida del treno, 40 minuti all'andata e 40 minuti al ritorno. «In questo modo ho raggiunto in poco tempo il monte ore di guida richiesto per iscrivermi all'esame pratico», sostiene Brügger. Questo risultato è stato possibile anche grazie ai formatori della sua azienda. «Il direttore è bravo, ma alla guida tende a sfiorare il limite massimo di velocità», racconta ridendo il macchinista Stefano B. durante il nostro viaggio di prova.  

Da luglio a settembre, Lorenz Brügger coprirà il turno del venerdì e lo farà in veste di macchinista con diploma federale. Tra i suoi compiti rientreranno anche il controllo dei biglietti e gli annunci. Ogni ora il treno parte da Capolago per arrivare in cima al Monte Generoso, dove si ferma per mezz'ora prima di ritornare a valle. «Per me questa pausa è un'ottima occasione per parlare con i visitatori», dice Brügger. È un uomo risoluto che ama unire l'utile al dilettevole, quindi ha già pensato a cosa vorrebbe fare quando andrà in pensione. «Non appena andrò in pensione, farò regolarmente dei turni di guida nel fine settimana. In questo modo continuerò a frequentare la montagna e i padri e le madri del team avranno una domenica libera che potranno trascorrere con le loro famiglie.» 

Foto: © Claudio Bader