Header

«Crescere bilingue tedesco-albanese è fantastico!»

Text

Kristina Reiss

Published

27.05.2022

header-news-bildung-bilinguale-kinder

Crescere multilingue avvantaggia. Ma a cosa bisogna prestare attenzione? E quali sono i benefici degli asili nido bilingui o di au pair cinesi?

Chi conosce più lingue ha la vita più facile, e non solo in fatto di comunicazione. Lo dimostrano numerose ricerche: le persone multilingui riescono a concentrarsi meglio, risolvono i conflitti più facilmente e si immedesimano meglio negli altri. Inoltre, il loro cervello resta flessibile anche in età avanzata. Ecco le domande e risposte più importanti sul tema:

Crescere trilingui è troppo impegnativo per i bambini?

No. «I bambini possono apprendere contemporaneamente più lingue», dichiara Franziska Vogt, responsabile dell'Istituto per la ricerca sull'insegnamento e sull'apprendimento nonché del Centro per la formazione della prima infanzia dell'Alta scuola pedagogica di San Gallo. Le lingue straniere si apprendo più facilmente in età infantile. Dopo risulta più difficile. Inoltre, in questo modo si trasmettono valori, tradizioni e norme: un bambino multilingue si sente più sicuro anche nel rapportarsi ad altre culture. 

Ha senso che io parli ai bambini in inglese anche se non è la mia lingua madre?

La specialista lo sconsiglia: «Non è un'esperienza autentica e finisce solo per irritare i bambini». In un asilo nido bilingue o con una au pari cinese, la lingua diventa invece necessaria per comunicare con le persone madrelingua di riferimento. I genitori dovrebbero trasmettere ai figli la lingua cui si sentono più vicini emotivamente.

Quali sono le condizioni necessarie affinché i bambini apprendano la lingua locale?

L'ideale è che i figli apprendano la lingua locale già prima della scuola materna al di fuori della famiglia. «A questo fine servono asili nido gratuiti o convenienti» e gruppi di gioco, ritiene la signora Vogt (v. riquadro). In generale auspica un maggiore apprezzamento di qualsiasi multilinguismo: «Crescere bilingue tedesco-inglese è fantastico, ma anche tedesco-albanese o tedesco-swahili!»

Sin dall'età prescolare

Nel gruppo di gioco dell'associazione interculturale femminile Karibu (in tedesco) la psicologa infantile Sengül Ataç lavora con assistenti che parlano la lingua madre dei bambini. «Così possiamo cantare canzoncine o giocare con i piccoli sia in tedesco sia nella prima lingua dei piccoli.» Per paura che i loro figli possano essere successivamente svantaggiati a scuola, i genitori con background migratorio preferiscono comunicare in un tedesco stentato piuttosto che nella loro lingua madre.» L'intenzione è buona, ma è sbagliato. «Solo quando si comunica con sicurezza nella lingua madre si riesce anche a imparare bene altre lingue», dichiara la signora Ataç. Il progetto è promosso dall'iniziativa «ici. insieme qui.»

È vero che i bambini multilingui hanno bisogno di più tempo per poter parlare bene una lingua?

I bambini multilingui sentono meno parole e frasi nelle loro lingue rispetto a quelli che sono esposti a un'unica lingua. Il loro apprendimento è quindi distribuito su più lingue. Per questo motivo, alcuni bambini acquisiscono le singole lingue un po' più lentamente all'inizio. La differenza però non è grande, e comunque alcuni bambini parlano prima di altri. 

Come si impedisce che facciano confusione tra le lingue?

Nessun problema, il mix strano si sistema perlopiù da solo. Chi cresce multilingue mescola spesso le lingue in età prescolare: quel che non sa ancora dire in una lingua lo esprime temporaneamente nell'altra.

E se il bambino ha un rifiuto per una lingua?

Lasciar correre e continuare costantemente a parlare in quella lingua, consiglia la signora Vogt. «In questo modo il bambino resta esposto alla lingua finché magari successivamente non la utilizzerà».

I 5 consigli migliori

  • I genitori devono decidere di comune accordo in modo consapevole in quali lingue far crescere i figli e utilizzarle molto insieme per giocare, leggere e voce alta, parlare.
  • Rimanere flessibili! Ci saranno sempre fasi in cui il bambino preferirà una lingua all'altra.
  • Invece di criticare («Non si dice così! Si deve dire...…») è meglio ripetere la frase in modo casuale ed estenderla.
  • Integrare anche la lingua locale (tramite gruppi di gioco o asili nido, contatti con famiglie che parlano la lingua locale), interessarsi in quanto genitori della lingua locale (studi dimostrano che così i bambini l'apprendono più velocemente).
  • In caso di incertezze e domande: meglio andare dal pediatra.

Foto/scena: Getty Images