Intestazione

digitorials.ch: i musei diventano digitali

Due visitatrici di un museo davanti a opere d'arte mostrate su touchpad.

Un museo dovrebbe essere lì dove sono i suoi visitatori e le sue visitatrici. E quindi anche nello spazio digitale, ulteriore luogo di comunicazione, confronto e dialogo. In rete, tuttavia, le regole del gioco sono diverse rispetto al mondo reale. E vanno imparate. 

Affinché i musei svizzeri possano lanciarsi nel mondo digitale nel miglior modo possibile, su iniziativa del Fondo pionieristico Migros è nato il progetto digitorials.ch, che promuove la trasformazione digitale non solo a livello teorico, ma anche nella prassi quotidiana attraverso nuovi formati di comunicazione come podcast o brevi video. 

Provati nuovi formati digitali

In una prima fase digitorials.ch ha accompagnato otto musei nello sviluppo di una strategia digitale e di riorganizzazione dei processi e delle forme organizzative interne. Inoltre, sono stati lanciati insieme nuoi formati e campagne digitali. In una seconda fase le considerazioni e le informazioni ottenute saranno messe a disposizione dell'intero panorama museale svizzero. A tale scopo l'iniziativa sarà estesa a livello nazionale e gli enti di pomozione saranno coinvolti attivamente per capire come sia possibile adeguare ancora di più il sostegno a musei e istituzioni culturali alle sfide della trasformazione digitale. 

A dare il nome al progetto è il formato di comunicazione multimediale «digitorials», sviluppato in Germania dal museo Städel, dalla collezione Liebieghaus e dalla galleria Schirn di Francoforte. 

Logo Digitorials

digitorials.ch

Scopri di più su questo Impegno Migros, forse è proprio quello che stai cercando!