Intestazione

Un nuovo metro di flessibilità

Pubblicato

17.11.2020

Modelle e modelli sfilano su un tappeto rosso all’aperto; a destra e sinistra è seduto il pubblico.

Chi ha il coraggio di percorrere strade nuove deve anche attendersi cose nuove: l’agilità e la flessibilità sono tra le doti principali dei pionieri e delle pioniere. Tuttavia, le sfide del coronavirus mettono a dura prova anche loro. Il progetto Laufmeter, per esempio, negli ultimi 8 mesi ha dovuto adeguare costantemente la propria strategia di business, passando dalle sfilate di moda di fronte a un pubblico nutrito a uno shop online. La storia di questa trasformazione raccontata attraverso 13 immagini.

Impressioni

Un team di operatori di ripresa tra due file di modelli che sfilano davanti al pubblico in una piazza.

Foto: Michèle Büschi

Dal 2013 Laufmeter trasferisce le creazioni degli stilisti svizzeri dagli atelier alle strade delle città. Le sfilate del 2020 erano già state organizzate, i cartelloni e gli opuscoli dei programmi progettati per tre città, i marchi selezionati. Poi è arrivato il coronavirus. Clicca qui per proseguire nella fotostoria:

Dettagli di una sporta di carta con la scritta «Laufmeter Modeschau uf Dr Gass».

Grafica: Grégoire Bossy

La sporta di carta per Laufmeter Zurigo non è stata realizzata a causa del coronavirus. «All’improvviso abbiamo dovuto annullare tutti gli eventi. È stato doloroso. Per fortuna siamo riusciti a disdire i materiali a stampa», racconta la responsabile di progetto Michaela von Siebenthal.

Modelle e modelli sfilano su un tappeto rosso all’aperto in una città; a destra e sinistra il pubblico in piedi.

Foto: Sara Wasabi

Folla assiepata alla sfilata 2019 a Berna. Impossibile nel 2020. Con l’annullamento di tutti gli eventi, lo speciale concetto alla base di Laufmeter è apparso in pericolo.

Foto di gruppo di modelli vestiti di nero.

Foto: Angelika Annen

Nel giro di pochissimo tempo il team di Laufmeter ha dovuto adattare la strategia e spostare il baricentro dagli eventi con un nutrito pubblico al webshop, pianificato solo in seconda battuta.

Particolare degli appunti su una whiteboard, con la parola «Online-Shop» cerchiata in blu.

Foto: zVg.

Già un anno fa il Fondo pionieristico Migros aveva incoraggiato il team responsabile del progetto a sviluppare un webshop accanto all’organizzazione delle sfilate. Michaela all’epoca era critica rispetto all’idea...

Foto di gruppo di modelle e modelli vestiti di nero, grigio e rosa.

Foto: Angelika Annen

... tuttavia, insieme al team di progetto, ha approntato il webshop. Il primo shooting fotografico per la versione beta del negozio online è stato realizzato un anno fa in autunno.

Sul muro di una casa è appeso un cartello con la scritta «Laufmeter Shoot».

Foto: Thomas Erb

«Col senno di poi abbiamo avuto una gran fortuna», commenta Michaela oggi. «Grazie al lavoro preparatorio già svolto, siamo riusciti ad ampliare il webshop in tempi relativamente rapidi». Durante il lockdown nel maggio 2020, nel rispetto delle misure di sicurezza è stato effettuato il secondo shooting fotografico per il webshop.

Collage di una foto di gruppo di modelle e modelli.

Collage: Angelika Annen

La foto di gruppo è un collage perché i modelli non potevano essere fotografati in gruppo nell’atelier, ma solo singolarmente. «La necessità aguzza l’ingegno», osserva Michaela.

Screenshot della pagina home del webshop Laufmeter.

Foto: zVg.

Poi è arrivato il momento: il lancio ufficiale del webshop Laufmeter lunedì 8 giugno 2020!

Il fotogramma mostra dodici designer che guardano verso la videocamera.

Video: trinipix, grafica: Grégoire Bossy

Con il titolo «12 Labels, 1 Onlineshop», Laufmeter ha presentato i suoi 12 marchi in brevi videoritratti. Le riprese erano state fatte via Zoom durante il lockdown.

Tavolo da lavoro con cartone, colla, forbici e matite.

Foto: Michaela von Siebenthal

Il webshop ha avuto un ottimo avvio e oggi conta migliaia di visite. Michaela e il suo team spediscono quotidianamente pacchi ai clienti.

Screenshot di una riunione su Zoom del team Laufmeter.

Foto: zVg

Perché il negozio continui a funzionare è necessaria inventiva, in quanto l’attuazione coerente della strategia online-first comporta continui cambiamenti: dalla collaborazione con i marchi all’adeguamento della strategia di marketing fino al mindset del team.

Modelle e modelli sfilano su un tappeto rosso all’aperto; a destra e sinistra è seduto il pubblico.

Foto: Anne-Camille Vaucher

Attualmente non è dato sapere se il prossimo anno si terrà una sfilata. «La situazione cambia quotidianamente – al momento l’unica costante è che il nostro team si dedica ad ampliare l’assortimento. Già oggi nel negozio online sono presenti 25 marchi svizzeri», spiega Michaela.

Il coronavirus pone noi tutti di fronte a sfide assolutamente nuove. Perciò il Fondo pionieristico Migros segue individualmente i progetti in corso e offre una mano per soluzioni flessibili. Per sostenere, in modo rapido e senza complicazioni burocratiche, nuovi progetti e idee negli ambiti tematici promossi dal Fondo pionieristico Migros, abbiamo adeguato il nostro scouting. Per aiuti di emergenza e misure di sopravvivenza rinviamo agli infopoint della Federazione e a quelli della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia e dell’associazione ombrello swissfoundations.

Il progetto pionieristico Laufmeter

Con le sfilate «uf dr Gass» (ossia in strada) e uno shop online, Laufmeter mantiene alta la visibilità della moda svizzera presso il grande pubblico. La novità più interessante del nuovo assortimento è costituita da capi per tutte le taglie e corporature. Il progetto pionieristico rende possibile un utilizzo più consapevole delle risorse, anche nel guardaroba.


Online-Shop

Logo laufmeter

Laufmeter

Scopri di più su questo Impegno Migros, forse è proprio quello che stai cercando!

Foto/scena: Anne-Camille Vaucher