Intestazione

POSMO: raccogliere dati per consentire l’innovazione

Una persona con berretto di lana e zaino a un incrocio trafficato di una grande città di notte. Foto: Chris Spiegl

Comprendendo meglio il nostro comportamento in termini di mobilità e rendendolo trasparente per tutti possiamo influire su una delle maggiori cause del cambiamento climatico. Tuttavia, i dati sulla nostra mobilità personale sono al momento nelle mani di pochi attori privati che perseguono sostanzialmente i propri interessi commerciali. Ciò fa nascere nella popolazione dubbi sul possibile abuso dei dati. Al tempo stesso, molte persone sarebbero pronte a mettere a disposizione i propri dati qualora gli stessi venissero utilizzati per il bene comune. È quindi necessario un nuovo modello che garantisca trasparenza e diritto di partecipazione a livello di gestione dei dati.  

Una cooperativa per i dati sulla mobilità

Il progetto POSMO intende dimostrare che grandi volumi di dati personali possono essere amministrati secondo un approccio comunitario. A tale scopo, il team sta creando una cooperativa di dati etica e trasparente che raccoglie e gestisce i dati sulla mobilità tramite una piattaforma centrale. Ogni individuo che immette i dati su quest’ultima potrà diventare socio e partecipare alla decisione sull’uso dei dati stessi. Reso possibile dal Fondo pionieristico Migros, POSMO sta validando l’iniziativa del progetto in una fase pilota della durata di un anno, svolgendo i primi test di mercato e verificando la fattibilità tecnica. 

Un hub per l’innovazione in Svizzera 

POSMO vuole mettere a disposizione per finalità sociali i dati sulla mobilità raccolti secondo principi etici, rendendo così utilizzabili informazioni fondamentali. La ricerca, l’urbanistica e la pianificazione della mobilità in Svizzera otterranno così un hub per l’innovazione. 

Logo Posmo

POSMO

Scopri di più su questo Impegno Migros, forse è proprio quello che stai cercando!

Foto/scena: Chris Spiegl