Header

Un pollaio accanto alla mensa dei poveri

Hühnerhof Schindlergut

Bagni, beach volley, pattinaggio o aperitivi al tramonto: sono tanti i motivi per cui oggi il Letten e l'adiacente Kronenwiese sono luoghi molto amati a Zurigo. Ma non è sempre stato così.

Scheda dell'idea

Chi?

Associazione «Hühnerhof Schindlergut»

Cosa?

Un pollaio con dodici galline dove giovani e meno giovani del vicinato possono riunirsi, soffermarsi, offrirsi come volontari e creare legami con gli animali.

Dove?

A Zurigo

Negli anni Novanta il Letten era parte della scena aperta della droga e la Kronenwiese un'area abbandonata con una mensa dei poveri. Vicine e vicini impegnati hanno sviluppato insieme al centro sociale di Schindlergut diverse idee per sfruttare la zona. Fra queste vi era anche quella di un pollaio, le cui inquiline dal morbido piumaggio sono diventate ben presto membri apprezzati del vicinato.

Nel 1997, con il progetto del pollaio è nata un'associazione. Tra i membri fondatori vi era anche un architetto che incaricò il praticante di allora di progettare la dimora delle galline. Il progetto finì addirittura in una pubblicazione della città di Zurigo. Il passaparola e le numerose persone che passeggiavano quotidianamente nella zona hanno reso il pollaio sempre più popolare, tanto da far incrementare il numero di membri nell'associazione.  Fino ad oggi tutti i lavori all'interno e attorno al pollaio vengono svolti da volontari e volontarie del vicinato che, in segno di ringraziamento, possono portarsi a casa ogni giorno uova fresche.

Schindlergut

Immagine: Associazione «Hühnerhof Schindlergut»

Schindlergut

Immagine: Associazione «Hühnerhof Schindlergut»

Schindlergut

Immagine: Associazione «Hühnerhof Schindlergut»

Hühnerhof Schindlergut Zürich

Immagine: Associazione «Hühnerhof Schindlergut»

Dopo un paio d'anni però il pollaio rischiò improvvisamente la chiusura: sulla Kronenwiese era previsto un progetto edilizio. L'associazione doveva trovare un posto nuovo per il pollaio oppure regalare le galline. Per i membri dell'associazione e il vicinato fu subito chiaro che avrebbero fatto di tutto per salvare il popolare punto di incontro. Fortunatamente diversi membri dell’associazione avevano una certa esperienza nella raccolta di donazioni. Il vicinato e i quartieri di Wipkingen e Unterstrass aiutarono a riunire i fondi necessari e persino i giornali locali e l'emittente privata TeleZüri parlarono dell'operazione di salvataggio. In poco tempo l'eco mediatica è riuscita a trovare non solo numerosi sostenitori, ma anche una nuova sede per ricostruire il pollaio. Anche nella nuova collocazione il benessere degli animali è posto in primo piano. Il pollaio deve continuare a restare un luogo di incontro per il quartiere dove trovarsi e costruire un legame con gli animali nel cuore della città. Attualmente il pollaio ospita dodici galline, che apprezzano le visite del vicinato.

I consigli di Anja Sitter per la tua idea:

  • Cerca e accetta aiuto: è importante non realizzare un progetto da soli, bensì coinvolgere altre persone in grado di dare una mano. È meglio se i volontari interessati hanno storie personali diverse e possono contribuire con le loro competenze personali.
  • Fondare un'associazione: solo unendo le forze è possibile portare un progetto al successo. Un'associazione conferisce una certa struttura al gruppo e aiuta a distribuire i ruoli e a produrre un effetto verso l'esterno.
  • Comprensione ed empatia: sono entrambe necessarie nei rapporti con le persone (e gli animali) perché si lavora con soggetti diversi che, ognuno a modo loro, si impegnano a fondo per il progetto.

Maggiori informazioni su: www.huehnerhof.org

Immagini: «Hühnerhof Schindlergut»

Altri esempi di progetti